Sei un Dentista?

Scopri come essere visibile su questa e su altre directory

Cerca il Dentista
Dr. Antonio Scala
Dr. Antonio Scala

Via XX Settembre, 2/F - 25122 BRESCIA (Brescia)

Tel: 030 291495 

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Dr. Gilberto Urbinati
Dr. Gilberto Urbinati

Via A. Cecchi, 40 - 61121 PESARO (Pesaro E Urbino)

Tel: 0721 23985 

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Dr. Walter Renda
Dr. Walter Renda

Via Bellinzona, 292 - 22100 COMO (Como)

Tel: 031542547 

Consento il trattamento dati Legge n. 196/03.*

Sedazione in Odontoiatria

L’ansia da separazione

Molte persone hanno letteralmente paura del dentista, un fenomeno che non dovrebbe essere, assolutamente, sottovalutato.

Secondo gli ultimi sondaggi, sembra che quasi la metà degli Italiani consideri la visita dentistica come un’esperienza traumatica; fra questi, molti evitano addirittura di prendere l’appuntamento, scegliendo di convivere con un fastidioso e doloroso mal di denti.  

Ma perché aspettare e rischiare conseguenze, anche gravi, quando la soluzione c’è e si chiama sedazione cosciente?

Non si tratta della classica tecnica anestetica, bensì di un’innovativa metodica, che permette al soggetto di restare vigile e cosciente, con un determinato controllo sul dolore, sulla pervietà delle vie aeree e sugli stimoli esterni, sia fisici che verbali.

La sedazione cosciente utilizza il protossido d’azoto, conosciuto anche come il famoso “gas esilarante”. Questo gas induce nel paziente uno stato di totale e profondo rilassamento psicofisico, utile per tranquillizzarlo e permettergli di sottoporsi serenamente a qualsiasi tipo di trattamento o intervento odontoiatrico.

Si definisce “cosciente” perché, durante lo stato di sedazione, il paziente resta sveglio, vigile e collaborante con il dentista, senza creare alcun tipo di problema.

Grazie alla sedazione cosciente, lo specialista, può finalmente operare in piena tranquillità e libertà, sentendosi, egli stesso, più sereno con un paziente non in preda ad attacchi di panico o eccessivamente nervoso.  

La sedazione cosciente è  una tecnica sicura, in quanto il Protossido d’Azoto è un gas anallergico, che viene eliminato dall’organismo tramite l’atto respiratorio, senza essere metabolizzato.  Quindi nessuna paura!

Pensate che il protossido d’azoto è un gas conosciuto fin dall’Ottocento, periodo in cui fu più volte utilizzato come narcotico. Oggi, viene utilizzato anche sui bambini, a partire dai 6-7 anni  di età, proprio perché non presenta particolari complicazioni per il benessere del paziente.

Come funziona la sedazione cosciente?

La sedazione prevede la somministrazione di una miscela di ossigeno molecolare e protossido di azoto, in quantità precise ed invariabili (30% di protossido d’azoto e dal 70% di ossigeno), attraverso l’utilizzo di apposite mascherine nasali, collegate ad un macchinario erogatore.

L’effetto inizia da subito: dopo alcuni secondi, dall’inizio della somministrazione, il paziente avverte una sensazione di rilassamento e di leggerezza, che lo induce ad un totale abbandono e senso di fiducia, nei confronti del dentista.  

Durante la sedazione cosciente le paure e le tensioni si trasformano in sicurezze.

Molti dentisti utilizzano anche una speciale cuffia che attenua, notevolmente, tutti i rumori del trattamento, diffondendo una musica rilassante e piacevole.

Al termine del trattamento, il paziente respira, per qualche minuto, solo ossigeno puro. Una volta espulso del tutto il protossido d’azoto tramite la respirazione (si parla di alcuni minuti), il paziente può lasciare tranquillamente lo studio dentistico, anche da solo (a meno che non si tratti di un minore o di persona con particolari handicap, ovviamente), dal momento che le sue condizioni fisiche e mentali saranno perfettamente normali.

Chi può beneficiare di questa tecnica?

È una tecnica ampiamente consigliata a tutti coloro che sono odontofobici (sia adulti che bambini), cardiopatici, ipertesi, oppure anche ai pazienti con particolari malattie mentali, ai portatori di handicap e ai pazienti allergici.

Può essere utilizzata in qualsiasi tipo di intervento, dal più semplice al più invasivo.

Tutto dipende dall’anamnesi del singolo paziente. Solo dopo aver esaminato il tutto, il dentista può proporre l’uso della sedazione cosciente, per via endovenosa o per via inalatoria.  

L’ansia da separazione

Nel campo dell’Odontoiatria pediatrica è molto efficace e consigliata la tecnica inalatoria. I bambini possono, finalmente, vivere serenamente qualsiasi tipo di trattamento, restando vigili e giocando con il proprio Amico-Dentista.

La sedazione cosciente può essere particolarmente utile anche con quei bambini che non riescono a mantenere a lungo la bocca aperta.  Grazie al protossido d’azoto si riduce notevolmente il riflesso faringeo ed il bambino non si accorge di nulla.

Finalmente andare dal dentista è diventato un gioco da ragazzi!

Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!

Sei un Dentista? Per la tua pubblicità Clicca Qui

Questo sito fa uso di cookie. Per saperne di più leggi l'informativa

OK